Joe Henderson


Joe Henderson è nato nell’ Ohio nel 1937 e se ne andato nel 2001 a San Francisco.

E’ stato un sassofonista tenore jazz.

Sin da bambino si appassionò al sax che cominciò a suonare sin dall’età di 12 anni, quando ebbe modo di ascoltare per la prima volta quella che sarebbe diventata la sua principale fonte d’ispirazione: Charlie Parker.

Henderson giovane

A Detroit frequentò la Wayne State University insieme ad altri mostri sacri del jazz.

Nel 1959, dopo essersi trasferito a New Yorkl, lavorò con la band di Sonny Stitt, poi con Jack McDuff, Kenny Dorham,Horace Silver, Freddie Hubbard e Herbie Hancock.

Poi vi furono i Blood, Sweat & Tears negli anni d’ oro del rockjazz.

Le sue condizioni di salute gli impedirono di continuare a suonare e per un decennio rimase lontano dalle scene.

Ispirato da Sonny Rollins e John Coltrane, Henderson ha sempre mantenuto inalterato il suo stile attraverso gli anni.

 La riscoperta del suo talento avvenne nel 1992 con l’ album Lush life, un omaggio a Billy Strayhorn che gli valse il primo Grammy.

In un’ intervista del 1996 dichiarò: «Quando soffio nel sassofono mi piace pensare che il suono che ne viene fuori ha la stessa integrità che ho io. Non riesco a essere un commerciante e un artista allo stesso tempo».

Henderson è stato sottovalutato per gran parte della sua straordinaria carriera.

 Il primo album a suo nome è datato 1963 ” Page One” che presentava una formazione con Kenny Dorham alla tromba, McCoy Tyner al pianoforte, Butch Warren al contrabasso e Pete LaRoca alla batteria.

Remember me

Page one è uno dei più acclamati dalla critica per quanto riguarda questo talentuoso sassofonista.

Giovedì 1 settembre alle 20:45 in “Comunque Daniela”, su Radio Voce Camuna, a questo link, ascolteremo Joe Henderson ed il suo primo album da leader.

Un gioiello in musica.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.