Matthew Whitaker è un pianista ventenne nato il 3 aprile 2001 nel New Jersey.

Matthews

Che Matthew Whitaker sia vivo è un po’ un miracolo, nato prematuro e cieco, con poche possibilità di sopravvivere, i medici affermarono che se pure fosse vissuto non sarebbe stato in grado di camminare o parlare. 

Invece, sa parlare e parla bene. Può camminare e camminare bene. Ma ciò che questo prodigio può fare meglio di qualsiasi altra cosa, e probabilmente di chiunque altro, è suonare il pianoforte, l’organo e le tastiere.

Il suo terzo album , “Connections” è prodotto dal bassista Derrick Hodge.

Sorprendente, questa la parola giusta dopo l’ascolto di questo progetto datato 2021.

Aveva già dimostrato il suo talento nei precedenti album.

Ma ora fa un passo in avanti.

La leggerezza delle dita, il tocco e il gusto, la grinta e la sporcizia quando ce ne bisogno, la leggerezza e l’ariosità quando è richiesta, questo giovane é completo.

Oltre alle sue abilità nel suonare, anche le sue composizioni sono migliorate.

Brani come l’edificante “Journey Uptown”, la jam del trio di organi in “A New Day”, dove lui e il chitarrista Marcos Robinson volano all’unisono, la riflessiva “Confessions” e la dolce “Stop Fighting”.

Stop Fighting

Inoltre, il nostro ragazzo, offre anche alcune fantastiche interpretazioni dei classici del jazz.

Reinterpreta il lavoro di eroi come Chick Corea, Stevie Wonder, Duke Ellington e Thelonious Monk.

“Si tuffa nella musica, stravolgendo il tempo”, osserva Ashley Kahn, studiosa di jazz.

Giovedì18 novembre alle 21:30 su Radio Voce Camuna, a questo link e sul canale 750 del Digitale terrestre in “Comunque Daniela”, Matthew Whitaker con il suo ” Connections”.

ventenne pianista

Suona senza filtri, una forza della natura!!!

https://www.matthewwhitaker.net/

Leave a Comment on Matthew Whitaker

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *